smalling

Chris Smalling ha fatto ricredere in molti a Roma e non solo da quando è approdato a Trigoria. Lo scetticismo attorno alla sua figura era molto quando è arrivato nel Luglio della scorsa estate.

Un ottimo inizio di stagione, poi il calo con l’inizio dell’anno nuovo (come tutta la squadra del resto) e ora sembra in via di ripresa nel suo ruolo di guida della retroguardia giallorossa.

Ma la Roma rischia fortemente di perdere il suo centrale difensivo nel corso del calciomercato estivo. A fine Giugno scadrà il prestito e il giocatore dovrà rientrare a Manchester, sponda United; ma la Roma sta già parlando con il club inglese per vedere se c’è la possibilità di riscattare il suo cartellino.

Si tratta di un’operazione abbastanza complessa per via della situazione dei Red Devils; la squadra di Solskjaer non sta vivendo una stagione brillante (5° posto a 37 punti dalla vetta, fuori dalla EFL Cup, rimangono in corsa per la FA Cup e sono approdati agli ottavi di finale di Europa League).

I Red Devils stanno considerando l’idea di riportare Smalling a casa per affiancarlo a Maguire, il difensore più costoso di sempre (87 milioni).

Ma dall’Inghilterra ci sono altri 2 club che fanno capolino e stanno seguendo l’andamento della stagione per il centrale inglese. Si tratta dell’Everton di Carlo Ancelotti, sedutosi alla guida dei Toffies dopo l’esonero da Napoli, e del Tottenham di Josè Mourinho, che lo avuto con sè nel suo periodo alla guida dei Red Devils.

Rispetto alle altre 2 pretendenti, la Roma potrebbe avere una miglior posizione di partenza poiché non andrebbe a rinforzare una diretta concorrente dello United in campionato; ma molto dipenderà dal piazzamento finale dei giallorossi in campionato.

Infatti, in caso di mancata qualificazione alla prossima edizione della Champions League, il giocatore potrebbe decidere di non rimanere a Roma, come altri suoi illustri colleghi, e cercare una piazza più importante.

Sarà sicuramente un’estate impegnativa per i dirigenti della Roma per cercare di trattenere uno dei suoi pilastri nell’attuale formazioni di Fonseca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui